Cuori Puri Locandina

Cuori puri

Porretta Cinema

REGIA: Roberto De Paolis
SOGGETTO: Roberto De Paolis, Luca Infascelli, Carlo Salsa
SCENEGGIATURA: Roberto De Paolis, Luca Infascelli, Carlo Salsa, Greta Scicchitano
SCENOGRAFIA: Rachele Meliadò
FOTOGRAFIA: Claudio Cofrancesco
MONTAGGIO: Paola Freddi
INTERPRETI: Selene Caramazza, Simone Liberati, Barbora Bobulova, Stefano Fresi, Edoardo Pesce, Antonella Attili, Federico Pacifici, Isabella Delle Monache
PRODUZIONE: Young Films, Rai Cinema con il contributo del MiBACT
PAESE DI PRODUZIONE: Italia
DISTRIBUZIONE: Cinema Srl
ANNO: 2017
DURATA: 114 minuti

La periferia descritta attraverso due vite lontanissime: Agnese ha diciassette anni, vive una vita in parrocchia pervasa dall’ossessiva religiosità della madre; Stefano, venticinque anni, ha una vita molto complicata, un rapporto conflittuale con il padre ed amicizie discutibili. I due si rincorrono dalla prima scena sino agli ultimi fotogrammi. Da quell’incontro nascono l’ansia e la speranza di cambiare. La loro è una necessità di fuga verso un contesto più normale verso la maturità e la felicità. L’opera prima del regista Roberto De Paolis descrive la realtà dei quartieri popolari con i contrasti etnici, la precarietà, la delinquenza. Lo fa senza buonismi, dove i poveri sono anche brutti e cattivi e le possibilità di riscatto quasi nulle. Solo i sentimenti lasciano lo spazio a qualche speranza.

PREMI E RICONOSCIMENTI:
Presentato alla Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes, ai Nastri d’Argento 2017 il film ha ottenuto la nomination come Miglior regista esordiente, Miglior attore non protagonista (Edoardo Pesce) e Miglior attrice non protagonista (Barbora Bobulova).

CURIOSITÀ:
La scena il protagonista del film si trova di fronte allo sfratto dei genitori e si sente in colpa per non averli aiutati, durante le riprese è diventata più lunga del previsto ed è sfociata in un litigio tra il protagonista e suo padre. L’improvvisazione degli attori, se da un lato ha destabilizzato gli operatori che nell’immediato non sapevano come rispondere, ha conferito alla scena maggiore istintività e realismo.