Ospiti

Silvano Agosti

Nato a Brescia, si diploma all’Istituto Magistrale per poi partire giovanissimo per Londra: vuole vedere la casa dove è nato Charlie Chaplin. Continuerà a viaggiare per scoprire il mondo e la vita. Personaggio ribelle e poetico allo stesso tempo. Autore e regista socialmente impegnato contro ogni forma di Potere costituito, si è dedicato in pari misura al cinema e al documentario con un discreto numero di film, tutti scomodi e per questo spesso invisi alla critica ufficiale. Come ama dire lui stesso, vive, gioca e lavora a Roma, dove in piena libertà e autonomia fa il proiezionista-factotum nel suo cinema ove proietta, oltre ai suoi lavori, tutti i grandi capolavori del cinema.

Ida Galli

Ida Galli

Nasce a Sestola, sull’Appennino modenese, per poi trasferirsi a Roma giovanissima.
Non pensa al cinema, vorrebbe fare l’insegnante, ma una foto “galeotta” le spalanca il sipario del grande schermo. Esordisce nel film musicale Nel blu dipinto di blu, in compagnia di Domenico Modugno a cui seguono, fra l’altro, La dolce vita e Il Gattopardo. Ne Il giardino delle delizie, Silvano Agosti la volle proprio per la sua eterea bellezza, tanto perfetta da non poter essere sopportata.
Alla fine della carriera, Ida può vantare oltre sessanta interpretazioni in una varietà di ruoli e pseudonimi che ha pochi eguali nella storia del cinema: da Arianna Galli diventa presto Evelyn Stewart, azzeccatissima interprete di molti spaghetti western di successo. Ida, fra i suoi molti riconoscimenti, può annoverare la stima incondizionata di Luchino Visconti che l’avrebbe voluta per un ruolo importante anche in Morte a Venezia.

Andrea De Sica

Andrea De Sica

Nato a Roma nel 1981, si laurea in Filosofia all’Università Roma Tre ed in Regia al Centro Sperimentale di Cinematografia. Nipote del grande Vittorio e figlio di Manuel, musicista ed autore di indimenticabili colonne sonore, ha collaborato come assistente volontario sul set di The Dreamers di Bernardo Bertolucci, come assistente alla regia per La finestra di fronte di Ferzan Ozpetek e Vento di terra di Vincenzo Marra, Foschia Pesci Africa Sonno Nausea Fantasia, diretto insieme a Daniele Vicari, presentato alla Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro e premiato con il Premio Libero Bizzarri per il documentario.
I figli della notte è il suo primo lungo metraggio.

Sebastiano Riso

Sebastiano Riso

Sebastiano Riso è nato a Catania. Inizia con il teatro in Sicilia. Si è laureato in Cinema a Roma dove poi ha studiato critica cinematografica. Ha lavorato in numerosi film come assistente alla regia e poi come aiuto regista. Scrive con gli sceneggiatori Stefano Grasso e Andrea Cedrola, con i quali condivide la stessa idea di cinema e con i quali ha scritto e poi diretto anche Più buio di mezzanotte, il suo primo lungometraggio, che ha ottenuto un ampio consenso e successo internazionale.
Poco dopo l’uscita di Una famiglia, il regista è stato vittima di una violenta aggressione di stampo omofobico: “sono stato colpito tre volte, e tre volte mi sento attaccato: come omosessuale, come regista e come persona”, ha dichiarato Riso “nonostante la paura e la rabbia, sono sicuro che continuerò a fare il mio lavoro, come e più di prima”.

Selene Caramazza

Selene Caramazza è nata ad Agrigento nel 1993.
Ha studiato alla scuola d’arte drammatica “Teatro azione” ed ha seguito vari laboratori teatrali e cinematografici, fra i quali anche uno con il regista Giovanni Veronesi. Ha al suo attivo diverse esperienze in ambito cinematografico, televisivo e teatrale, fra le quali si segnala la partecipazione a note fiction come Squadra antimafia, Don Matteo ed Il bello delle donne 20 anni dopo.
Cuori puri di Roberto De Paolis, il film che l’attrice presenterà personalmente a Porretta, segna il suo esordio al cinema dove ricopre il ruolo di protagonista.
Recentemente l’attrice siciliana è stata insignita del prestigioso Premio De Sica proprio per la sua partecipazione a Cuori puri.

Germano Maccioni

Germano Maccioni

Nato a Bologna nel 1978. Regista, autore e attore, ha lavorato in teatro e nel cinema, con – tra gli altri – Kim Rossi Stuart, Franco Branciaroli, Giorgio Diritti e Tatti Sanguineti. Dopo aver frequentato l’American Conservatory Theatre a San Francisco, di ritorno in Italia, inizia un percorso formativo artistico nella Bottega di Giovanni Lindo Ferretti, sulla vita del quale scriverà e dirigerà poi il docu-film Fedele alla linea.
Tra il 2007 e il 2008 ha girato Lo Stato di Eccezione. Processo per Monte Sole 62 anni dopo, un documentario sul processo per la Strage di Monte Sole, presentato tra il 2008/2009 in numerosi festival nazionali e internazionali, incluse Le Giornate degli Autori al Festival di Venezia, pubblicato in DVD dalla Cineteca di Bologna e più volte trasmesso da RAI. Nel 2011, ha diretto Roberto Herlitzka e Angela Baraldi in Cose Naturali, il suo primo cortometraggio di fiction, che ha vinto numerosi premi tra cui il Premio Antonioni per la Miglior Regia al Bif&st-Bari International Film Festival, la selezione ai Nastri D’Argento e la qualifica di Film d’Essai del MiBACT. Con Tatti Sanguineti lavora a tre documentari prodotti da Istituto Luce/Cinecittà, su Andreotti Il cinema, la censura, la propaganda. Recita nel pluripremiato film di Giorgio Diritti, L’uomo che verrà, interpretando il parroco Don Ubaldo Marchioni.
Gli Asteroidi è il suo primo lungometraggio.

Francesco Bruni

Regista e sceneggiatore. Inizia la propria carriera nel 1996, con il film Condominio di Felice Farina. Conosciuto soprattutto per il sodalizio con Paolo Virzì per il quale firma numerose sceneggiature insieme con Furio Scarpelli e Francesco Piccolo. Da non dimenticare le collaborazioni con Mimmo Calopresti, Francesca Comencini, Ficarra e Picone. Noto anche nel mondo della televisione, cura l’adattamento dei romanzi di Andrea Camillieri per la serie tv Il Commissario Montalbano (1998,2008) e quelli di Carlo Lucarelli per Il commissario De Luca (2008). Nel 2011 esordisce alla regia con il film Scialla! (stai sereno), dove al Mostra Internazionale di Arte Cinematografica di Venezia si aggiudica il premio “Controcampo” per i lungometraggi narrativi. Pluripremiato anche nel 2012 col David di Donatello e il Nastro d’Argento come miglior regista esordiente. Nello stesso anno è presidente della giuria nella sezione “Prospettive Italia” della settima edizione del Festival Internazionale del Film di Roma.

Filippo Luna

Nato a Palermo nel 1968.
Attore di ambito prevalentemente teatrale, grazie alle sue doti da caratterista Filippo Luna vanta anche diverse partecipazioni a progetti televisivi e cinematografici, fra i quali La Trattativa di Sabina Guzzanti e la serie TV Il Commissario Montalbano.
Sarà presente a Porretta a presentare Sicilian Ghost Story, pellicola alla quale ha partecipato e diretta dai due registi siciliani Fabio Grassadonia e Antonio Piazza.

Josef Hader

Josef Hader è un comico austriaco molto famoso in patria. Attore e anche autore di commedie e satire politiche, ha presentato alla Berlinale la sua opera prima come regista, Wilde Maus, che ha scritto, diretto e interpretato. Trascina il film da solo con la sua comicità cattiva e per nulla consolatoria, che si sofferma sugli effetti devastanti della perdita del lavoro nell’individuo senza calcare troppo la mano ma senza essere superficiale.